LE ABITUDINI SONO DURE A MORIRE?

Le abitudini sono dure a morire e continuiamo a ripetere gesti che sappiamo essere
proprio sbagliati. Vero?
Ci serve sempre una spintina, altrimenti rimandiamo.
Io faccio semre così
Quindi, oggi ci guardiamo un po di numeri, perchè lo so che non hai tempo.L’ho fatto io per te. ti mostro l’ultimo aggiornamento di Abbanoa sul Distretto di Cagliari. Sappi che è l’acqua è sottoposta a controlli 50 volte al giorno tutti i giorni e dunque, effettua 12.000 prelievi di campioni annui per determinare circa 315.000 parametri chimici e batteriologici.
Paura?boh! Direi proprio di no.
Tutto nella norma e bilanciato. Addirittura viene controllata la presenza ed il livello di Arsenico che, per le acque imbottigliate non è obbligatorio.
Ma a noi non basta. Vogliamo farti vedere le 3 etichette delle acque più vendute, per le quali invece l’Arsenico ed altre sostanze nocive è stato trovato in quantità al limite della esposizione umana ma … a norma di legge, perché come ti ho già detto:
NON C’E’ LEGGE. Esposizione alla quale ti sottoponi e alla quale sottoponi i tuoi figli
L’immagine è presa dal sito LEVISSIMA (gruppo San Pellegrino Nestlè Waters).
Sempre la grande multinazionale? Dimmi tu come possiamo non notare che la data riportata è quella del 6 Settembre 2013?
Un po vintage? Ora puoi cominciare guardare le differenze …  Ma tu magari pensi che è
più buona la Ferrarelle. Guardiamola allora!
Che dire? 2006. Ma non la trovi sul sito Ferrarelle. Non c’è!
Questo è il report dell’Istituto Acque Italiane. Sul sito Ferrarelle invece, si trovano tante certificazioni di qualità, relative a controlli semestrali o annuali, eseguiti sui processi industriali, che indicano una grande attenzione alla qualità degli impianti industriali. Bene. Pensa che le altre acque non hanno nulla da dire sull’argomento. Si sa, sono PURE
Hai visto i nitrati?
anche io.  ora cosa ci guardiamo? l’acqua del centravanti, diventato il nostro più grande mentore della plim plim? 0k!
Del Piero sia!
 Che dire?
Questa etichetta è presa dal sito ufficiale Uliveto.
Non riporta date, non vanta certificazioni ma, io lo so, tu sei certissimo che è più leggera e se la bevi, digerisci anche i mattoni. plim plim assicurata! 
 Non continuo a farti vedere etichette. E’ una giungla.
Se pensiamo che queste sono le acque più care e più bevute, ti risparmio la tortura
della lettura dell’acqua che compri in offerta. Penso che possiamo essere daccordo sul fatto che non sia una scelta ne sicura ne intelligente e comunque non lo è paragonata
all’acqua del Sindaco.
Cosa pensi tu?
Certo, diciamolo! Lo sappiamo benissimo che l’operazione di costruzione di Abbanoa avvenne raggruppando tutte le reti più o meno colabrodo, più o meno efficienti e più o meno realizzate, compresi i debiti enormi. La realizzazione dell’unico gestore pubblico, la rese pubblica ma fu un operazione pensata per ammazzare in culla, il nascituro.Abbanoa è ancora viva – viva Abbanoa.
Eppure, possiamo definirci fortunatissimi. Il distretto di Cagliari è il più efficiente, con un acqua perfetta, nonostante la politica. Così non è andata per altri territori sardi (inefficenti anche da prima dell’infanticidio). Ma non ti piace proprio. Ha sapore di Sindaco! 
E cosa dovresti fare allora, per bere acqua buona, senza sapore di cloro,
sicura, pure fresca e frizzante?
Per utilizzare acqua perfetta anche per cucinare pasta e riso che,
in cottura ne assorbono per il 50% l’una e per il 150% l’altro?
Per avere un acqua adatta alla preparazione di un buon brodo,
di una minestre e di una salutare e sicura pappa?
E non ti parlo neanche dei cani e gatti che a causa della vita con noi,
sono destinati a continui problemi ai reni?
Devi filtrare l’acqua con un sistema che lasci invariate
le preziose proprietà rimineralizzanti dell’acqua di rete ma,
elimina sostanze nocive che vengono raccolte lungo il percorso della rete cittadina,
compresi protozoi, benzene etc.
Basta comprare pesanti casse d’acqua,  trasportarle sino a casa e
centellinare l’acqua da bere come naufraghi, perché non basta mai.
Basta bere acqua non controllata e potenzialmente dannosa
(senza contare il cocktail di plastica e acqua che ti bevi e che fai bere ai tuoi figli).
Basta com sistemi di filtraggio aggressivi ed impoverenti e
che fanno girare il contatore di abbanora tre volte di più di quello che credi,
sprecando la cosa più preziosa sulla terra.
Impianti costosi  che erogano acqua adatta solo al ferro da stiro.
Devi chiamare il tuo agente speciale che risponderà alle tue domande e
ti spiegherà nel dettaglio tutto quello che devi sapere sulla tecnologia che
oggi consente di avere sistemi ancora più sicuri, ancora più comodi e
con una gestione ancora più semplice e pratica, di quelli già fantastici che
oggi possiamo incredibilmente superare. 
Ti stiamo parlando della evoluzione del microfiltrazione! 

 Lo Star-Tap sta per arrivare.
I clienti del Club, possono conoscerlo in anteprima e
avere una promozione speciale, se prenotano adesso una prestazione.
 Quindi, chiama subito il tuo agente speciale!
se ti sei perso la 2° parte:
http://theclubonline.it/2019/02/10/come-eliminare-tutti-i-dubbi-e-smettere-di-buttare-via-soldi-centellinando-lacqua-da-bere-manco-fossimo-in-pieno-deserto%ef%bb%bf/

se ti sei perso la 1° parte:
http://theclubonline.it/2019/01/27/perche-bevi-acqua-imbottigliata/

e ora, beviamoci il nostro espresso perfetto. alla prossima lo staff 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *