FAI LA DIFFERENZIATA, ATTENTO E SCRUPOLOSO, DIVIDENDO CON ATTENZIONE I MATERIALI, LAVANDO VETRO E PLASTICA?

F
Diligenti, separiamo ogni giorno i nostri rifiuti, convinti che il vecchio giocattolo di plastica servirà a costruire una nuova panchina e che la copia del giornale si trasformerà in carta da pacchi.Ma è solo un bellissimo sogno: nella realtà, una quantità enorme di carta, plastica, tessuti e altri scarti non è affatto reimmessa nel ciclo produttivo e, fino alla fine dello scorso anno, veniva caricata su grandi navi e spedita in Cina.
Dal 31 dicembre 2018 il governo di Pechino, ha bloccato l’ingesso della quasi totalità degli scarti.
La Cina importava molti rifiuti da riciclare perché aveva una grande fame di materie prime. Questi materiali tornavano poi sotto forma di imballaggi e di prodotti di bassa qualità. Pechino ora però ha detto basta, ha innalzato il livello qualitativo richiesto alle materie “prime” seconde, per migliorare la propria produzione.
Le preoccupazioni maggiori riguardano la plastica: ogni anno l’Europa produce 25,8 milioni di tonnellate di rifiuti di questo tipo. E solo il 31 per cento viene raccolto e avviato a riciclo. Il resto finisce nei termovalorizzatori, in discarica o nell’ambiente.
La Commissione europea ha quindi deciso di varare una nuova strategia contro l’inquinamento ambientale dovuto alla plastica. Entro il 2030 tutti gli imballaggi di plastica immessi nel mercato europeo dovranno essere riciclati o riutilizzati a costi sostenibili e ha approvato le nuove norme per contrastare la diffusione dei 10 prodotti di plastica monouso “che più inquinano le spiagge e i mari d’Europa” vietandone l’utilizzo.
Sarà una road map dura e articolata, con scadenze diverse, per poter  accompagnare gli stati europei all’importante appuntamento con il cambiamento, oggi più urgente a causa dalla grande quantità di ammasso che si produrrà ogni giorno.l’allarme è scattato, facendo trovare tutti inspiegabilmente impreparatiPensavamo che la Cina sarebbe stata per sempre il nostro spazzino
Il problema della salvaguardia dell’ambiente ci riguarda tutti, soprattutto se abbiamo figli e nipoti.
Dobbiamo smettere di fare le cose, senza avere attenzione per il mondo che lasceremo dopo di noi.eppure nelle motivazioni dei nostri clienti che hanno scelto il sistema di microfiltrazione, la priorità non è sempre l’ambiente!
La salute e la sicurezza, sono decisamente al primo posto.L’etica è stabilmente al secondo posto mentre all terzo posto c’è il risparmio, testa a testa con la comodità.
Qual’è la classifica delle tue priorità?

cosa devi fare per avere una presentazione dello STAR TAP?
Puoi fare qualcosa di giusto, nei confronti della terra, smettendo di contribuire all’inquinamento causato dalla quantità vergognosa di plastica e farti un regalone, cominciando a bere acqua sana e sicura.
Quindi, devi chiamare il tuo agente speciale che risponderà alle tue domande e ti spiegherà nel dettaglio tutto quello che devi sapere sulla tecnologia che oggi consente di avere sistemi ancora più sicuri, ancora più comodi e con una gestione ancora più semplice e pratica, di quelli già fantastici che oggi possiamo incredibilmente superare.
Ti stiamo parlando della evoluzione del microfiltrazione!
Lo Star-Tap è arrivato!
I clienti del Club, possono conoscerlo prima di tutti gli altri ed avere una promozione speciale, se prenotano adesso una presentazione. 
chiama subito il tuo agente speciale!
e ora, beviamoci il nostro espresso perfetto. alla prossima lo staff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *